Condividi:

facebook twitter linkedin google email

Manifestazioni di sorte locali (lotterie, tombole, pesche o bandi di beneficenza)

Modalità

Per manifestazioni di sorte locali si intendono l'effettuazione di:

- lotterie con la vendita di biglietti staccati da registri a matrice, concorrenti ad uno o più premi secondo l'ordine di estrazione. La lotteria è consentita se la vendita dei biglietti è limitata al territorio della Provincia, l'importo complessivo dei biglietti che possono emettersi, comunque sia frazionato il prezzo degli stessi, non supera la somma di euro 51.645,69 e i biglietti sono contrassegnati da serie e numerazione progressive;
- tombole effettuata con l'utilizzo di cartelle portanti una data quantità di numeri, dal numero 1 al 90, con premi assegnati alle cartelle nelle quali, all'estrazione dei numeri, per prime si sono verificate le combinazioni stabilite. La tombola è consentita se la vendita delle cartelle è limitata al comune in cui la tombola si estrae e ai comuni limitrofi e le cartelle sono contrassegnate da serie e numerazione progressiva. Non è limitato il numero delle cartelle che si possono emettere per ogni tombola, ma i premi posti in palio non devono superare, complessivamente, la somma di euro 12.911,42;
- pesche o banchi di beneficenza effettuate con vendita di biglietti, le quali, per la loro organizzazione, non si prestano per la emissione dei biglietti a matrice, una parte dei quali è abbinata ai premi in palio. Le pesche o i banchi di beneficenza sono consentiti se la vendita dei biglietti è limitata al territorio del comune ove si effettua la manifestazione e il ricavato di essa non eccede la somma di euro 51.645,69.

Gli organizzatori possono essere:

• Enti morali, associazioni e comitati senza fini di lucro, aventi scopi assistenziali, culturali, ricreativi e sportivi disciplinati dagli articoli 14 e seguenti del codice civile, o essere organizzazioni non lucrative di utilità sociale di cui all'articolo 10, del D.Lgs. 4 dicembre 1997, n. 460, se le manifestazioni sono necessarie per far fronte alle esigenze finanziarie degli enti stessi;
• Partiti o movimenti politici di cui alla legge 2 gennaio 1997, n. 2. Infatti, il D.P.R. n. 430/2001 consente lo svolgimento di manifestazioni di sorte locali, senza alcun adempimento, se queste sono organizzate dai partiti o movimenti politici e siano svolte nell'ambito di manifestazioni organizzate dagli stessi. Tuttavia, nel caso che tali iniziative si svolgano al di fuori delle manifestazioni locali citate, anche i partiti o movimenti politici dovranno inviare l'apposita comunicazione.

A chi rivolgersi

Istruttore Amministrativo Marilena Taroni

Telefono: 0542.603.255

Cellulare:

Fax:

E-mail: marilena.taroni@comune.castelguelfo.bo.it

Profilo: Istruttore Amministrativo

Funzioni: Attività Produttive

close

Modalità di richiesta

I rappresentanti legali degli enti organizzatori delle manifestazioni, almeno trenta giorni prima, ne danno comunicazione: all'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato e successivamente al Prefetto e al SUAP del Comune in cui si effettua l'estrazione utilizzando l'apposita modulistica reperibile nel sistema People Suap nella sezione dedicata.
Il servizio Suap on line, creato in adempimento alle norme nazionali e regionali di attuazione dell’art. 38 D.L.112/2008, DPR 160/2010, L.R. 4/2010 permette l’invio della modulistica in forma telematica, nonché in forma cartacea  nei termini stabiliti dalla normativa vigente.

Tempi

L’attività può essere iniziata decorsi 30 giorni dalla presentazione della comunicazione, salvo che il Suap - verificata l’incompletezza della stessa provveda a sospendere i termini del procedimento come previsto dalle norme vigenti. Il Suap accerta la sussistenza delle condizioni, modalità e fatti legittimanti dichiarati nella comunicazione, e, nel caso in cui ne verifichi la carenza, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione dei suoi effetti, salvo che, ove sia possibile, l’interessato provveda a conformare l’attività.i Un responsabile dell’ente promotore provvederà ad effettuare tutte le verifiche e operazioni previste dal D.P.R. n. 430/2001, con redazione dei relativi processi verbali dei quali una copia dovrà essere inviata al Prefetto e un’altra consegnata all’incaricato del Sindaco, presente alle operazioni. Per le tombole, entro 30 giorni dall’estrazione dovrà essere presentata all’incaricato del Sindaco la documentazione attestante l’avvenuta consegna dei premi ai vincitori al fine dello svincolo della cauzione prestata. Eventuali variazioni delle modalità di svolgimento della manifestazione devono essere comunicate ai predetti organi in tempo utile per consentire l’effettuazione dei controlli.
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel Guelfo di Bologna
Via Gramsci 10
40023 Castel Guelfo di Bologna
Tel. 0542/639211- Fax 0542/639222
Email: urp@comune.castelguelfo.bo.it
PEC: comune.castelguelfo@cert.provincia.bo.it
P.Iva: 00529031205 - C.F: 01021480379

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Castel Guelfo. Per inviare segnalazioni:
urp@comune.castelguelfo.bo.it
Pubblicato nel luglio 2012 - Upgrade luglio 2016
Sito realizzato da Punto Triplo

lock Area riservata