Condividi:

facebook twitter linkedin google email

Segnalazione Certificata di Inizio Attività per fattoria didattica

Modalità

Si definiscono fattorie didattiche le imprese agricole singole o associate, che svolgono oltre alle tradizionali attività agricole, anche attività educative rivolte ai diversi cicli di istruzione scolastica e alle altre tipologie di utenze, finalizzate alla conoscenza del territorio rurale, dell’agricoltura e dei suoi prodotti ed in generale del legame esistente fra alimentazione e patrimonio storico-culturale. Le fattorie didattiche realizzano le loro attività generalmente nell’arco di un’unica giornata ed utilizzano metodologie di apprendimento attivo nei locali ove si svolgono le attività produttive, in spazi agricoli aperti nonché in ambienti appositamente allestiti. Le fattorie didattiche, che offrono anche la somministrazione di pasti o il pernottamento, devono ottemperare a tutti gli obblighi previsti per l’attività di agriturismo. Le fattorie utilizzano, per le attività didattiche, locali e beni strumentali dell’azienda agricola, spazi agricoli aperti, nonché, ambienti appositamente allestiti. Non sono ammessi ampliamenti o nuove costruzioni finalizzate alla realizzazione di locali destinati esclusivamente alle attività della fattoria didattica.  

L’offerta formativa della fattoria didattica deve essere coerente con le vocazioni produttive del territorio regionale, con le specificità locali e con l’orientamento produttivo aziendale e essere strettamente legata all’attività agricola praticata. L’offerta formativa proposta deve essere approvata dalla Provincia competente, entro il termine massimo di 60 giorni dalla data di ricezione da parte dell’ente. Decorso tale termine senza che la Provincia si sia espressa, l’offerta formativa s’intende approvata. Lo svolgimento di attività di fattoria didattica è consentito a chi ha frequentato il corso di formazione per operatore di fattoria didattica, con verifica dell’apprendimento. Qualora l’attività agricola sia esercitata in forma societaria il possesso dei requisiti di professionalità è richiesto in capo al legale rappresentante o ad altra persona specificamente preposta all’attività didattica.

A chi rivolgersi

Responsabile del Procedimento Alessandro Costa

Telefono: 0542.603.242

Cellulare:

Fax:

E-mail: alessandro.costa@nuovocircondarioimolese.it

Profilo: Responsabile di Settore

Funzioni: Attività Produttive, Ambiente, Edilizia, Urbanistica

close
Istruttore Amministrativo Marilena Taroni

Telefono: 0542.603.255

Cellulare:

Fax:

E-mail: marilena.taroni@comune.castelguelfo.bo.it

Profilo: Istruttore Amministrativo

Funzioni: Attività Produttive

close

Modalità di richiesta

La segnalazione certificata di inizio attvità va presentata al Comune di Castel Guelfo utilizzando l'apposita modulistica reperibile nel sistema People Suap nella sezione dedicata.
Il servizio Suap on line, creato in adempimento alle norme nazionali e regionali di attuazione dell’art. 38 D.L.112/2008, DPR 160/2010, L.R. 4/2010 permette l’invio della modulistica in forma telematica, nonché in forma cartacea  nei termini stabiliti dalla normativa vigente.

Tempi

Gli imprenditori agricoli che intendono esercitare nella propria azienda l’attività di fattoria didattica devono fare richiesta alla Provincia competente per territorio ai fini dell’iscrizione nell’apposita sezione dell’elenco provinciale degli operatori di fattoria didattica. L’attività può essere iniziata subito dopo il deposito di una Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al SUAP del Comune presso il quale è ubicata la fattoria. Il deposito della segnalazione deve essere effettuato entro il termine di 60 giorni dal momento dell’iscrizione dell’impresa nell’elenco provinciale delle fattorie didattiche. La mancata presentazione entro il termine indicato, comporta la cancellazione della fattoria dall’elenco. Il SUAP verifica la completezza formale della SCIA e rilascia una ricevuta che è condizione sufficiente per l’avvio dell’attività. Nella SCIA l’imprenditore deve descrivere in maniera dettagliata tutta l'azienda agricola, le strutture e gli spazi esterni destinati all’attività di fattoria.  Il SUAP, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti previsti, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attivita' e di rimozione degli eventuali suoi effetti dannosi, salvo che, ove cio' sia possibile, l'interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attivita' ed i suoi effetti entro un termine fissato, in ogni caso non inferiore a trenta giorni. E' fatto comunque salvo il potere del SUAP di assumere provvedimenti di annullamento o revoca. In caso di dichiarazioni sostitutive di certificazione e dell'atto di notorieta' false o mendaci, l'amministrazione, ferma restando l'applicazione delle sanzioni penali previste, puo' sempre e in ogni tempo adottare i provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attivita' e di rimozione degli eventuali suoi effetti dannosi.
Anagrafica dell'Ente
Comune di Castel Guelfo di Bologna
Via Gramsci 10
40023 Castel Guelfo di Bologna
Tel. 0542/639211- Fax 0542/639222
Email: urp@comune.castelguelfo.bo.it
PEC: comune.castelguelfo@cert.provincia.bo.it
P.Iva: 00529031205 - C.F: 01021480379

Accessibilità
Questo sito, interamente gestito con il CMS i-Plug, è accessibile a tutti gli utenti poiché il codice che lo sostiene è compatibile con le direttive del W3C che definisce gli standard di sviluppo per il web: XHTML1.0 - Mobile friendly

Crediti
La redazione e la gestione di questo sito è a cura dell'URP del Comune di Castel Guelfo. Per inviare segnalazioni:
urp@comune.castelguelfo.bo.it
Pubblicato nel luglio 2012 - Upgrade luglio 2016
Sito realizzato da Punto Triplo

lock Area riservata