Salta al contenuto

Contenuto

In data 30 Agosto 2023 sono scaduti i termini per la presentazione delle domande di acconto per l’immediato sostegno nei confronti della popolazione per fronteggiare le più urgenti necessità previste dall’articolo 25, comma 2, lettera c) del decreto legislativo n. 1 del 2018, in ragione dell’eccezionale impatto degli eventi alluvionali.

In data 31 Ottobre 2023 scadranno i termini per la rendicontazione delle spese dell’acconto e per l’erogazione del saldo.

Per l’erogazione del saldo si dovrà presentare la richiesta compilando il modulo B1 (allegato), il Comune verifica la corrispondenza delle spese sostenute e documentate alle voci ammissibili ed alle esclusioni specificate nell’elenco annesso al modulo A1 e determina l’ammontare del contributo concedibile, fino al massimo di 5.000,00 euro, esclusa l’integrazione forfetaria (eventuale perizia) di cui al comma 4, che viene aggiunta all’importo spettante.

Il contributo deve essere integralmente rendicontato mediante la presentazione di documentazione giustificativa, anche in relazione all’acconto percepito, ad eccezione della quota forfetaria di 750 € di cui al comma 4. Nel caso in cui non si proceda alla richiesta del saldo, il beneficiario dell’acconto è comunque tenuto a presentare la documentazione giustificativa completa inerente il citato acconto entro il termine del 31 ottobre 2023, anche per le finalità previste dal comma 18.

La domanda di saldo può essere consegnata:

  • –  tramite invio all’indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata) comune.castelguelfo@cert.provincia.bo.it; (allegando il documento di identità);
  • – tramite consegna all’ufficio protocollo nei seguenti orari: dal LUNEDI’ al  VENERDI’ 9:00 – 12:30 (allegando il documento di identità);
  • – per raccomandata a/r al Comune di Castel Guelfo di Bologna – Settore Affari Generali e Politiche Sociali – Via Gramsci, 10 – 40023 CASTEL GUELFO DI BOLOGNA (BO) (allegando il documento di identità).

Per chiedere informazioni chiamare il numero 0542/639212 dal Lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 12:30.

Come vanno effettuati i pagamenti dei cittadini per poter accedere ai contributi? Sono ammissibili i pagamenti effettuati a mezzo moneta elettronica (carta di credito, bancomat, etc.) corredati dalla relativa documentazione fiscale giustificativa (fatture o scontrini fiscali c.d. “parlanti “). È ammesso, altresì, il pagamento in contanti, purché sempre in presenza della sopra citata documentazione fiscale giustificativa che consenta di risalire in maniera chiara ed inequivocabile a chi ha effettuato il pagamento e di ricondurre l’acquisto o l’intervento di ripristino ai danni ammissibili ai sensi dell’Ocdpc n. 999/2023.

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Segreteria generale dell'Ente, Affari generali, Contratti Politiche Sociali ed abitative.

Via Gramsci, 10

40023 Castel Guelfo di Bologna

Ultimo aggiornamento: 17-10-2023, 10:10