Salta al contenuto

Contenuto

L’iniziativa Prove Digitali, inserita nell’ambito del Servizio Civile Universale 2024, si pone l’obiettivo di contrastare la disuguaglianza sociale promuovendo l’accesso ai diritti, l’empowerment e la piena partecipazione dei cittadini.

Il progetto è strutturato in modo tale da potenziare la “promozione all’inclusione sociale”, così da offrire occasioni di ascolto finalizzate soprattutto all’informazione/formazione del cittadino riguardo i servizi tradizionali e digitali. I soggetti coinvolti avranno infatti tutti un ruolo attivo nelle politiche di sostegno all’inclusione sociale, di contrasto alla povertà e di integrazione sociosanitaria.

Il progetto intende sviluppare un set di interventi che, attraverso la formazione e il supporto personalizzato, miri a innescare un meccanismo di empowerment, ovvero un processo in cui i cittadini che si trovano in una situazione di vulnerabilità possano apprendere modalità di azione e conoscere strumenti che permettano loro di agire in maniera sempre più consapevole ed autonoma.

Sono 4 gli obiettivi specifici attraverso cui si sviluppa l’obiettivo generale che ci si propone:

  • contrastare la povertà relazionale e sviluppare dei legami di comunità, riducendo per quanto possibile le diseguaglianze e promuovendo azioni di coinvolgimento dei cittadini;
  • rafforzare pratiche di informazione e comunicazione per l’inclusione sociale dei cittadini, potenziando l’accesso ai servizi e supportando gli utenti;
  • favorire l’inclusione sociale e lavorativa di persone in condizioni di fragilità, alla luce delle conseguenze negative che la pandemia ha avuto sul lavoro autonomo e le attività commerciali;
  • sviluppare interventi nell’ambito della non autosufficienza e dell’integrazione socio-sanitaria, mediante azioni innovative che hanno lo scopo di sostenere nella quotidianità persone con problemi sanitari connessi a condizioni di disagio sociale.

Ogni giovane inserito in un progetto di servizio civile riceve 507,30 € al mese.

I posti disponibili nel territorio del circondario imolese

Sono 9 i posti disponibili per le candidature negli Enti del Nuovo Circondario Imolese, distribuiti su 6 dei 10 Comuni: NCI (Imola), ASP (Imola – Medicina), Comune di Castel San Pietro (Castel San Pietro), Comune di Castel Guelfo (Castel Guelfo), Comune di Dozza (Dozza) e Comune di Mordano (Mordano).

Come candidarsi

Approfondimenti sul progetto e modalidtà di candidatura:
www.scubo.it

Le candidature vanno inoltrate entro le ore 14.00 del 15 febbraio 2024.

Allegati

A cura di

Questa pagina è gestita da

Segreteria generale dell'Ente e ufficio servizi generali.

Via Gramsci, 10

40023 Castel Guelfo di Bologna

Ultimo aggiornamento: 29-01-2024, 09:01